venerdì 14 dicembre 2012

Privacy, Facebook annuncia migliori controlli per la gestione dei contenuti


Facebook non permetterà più agli utenti di votare sulle modifiche ai regolamenti del social network. La votazione su questo cambiamento, infatti, non ha raggiunto il quorum previsto del 30%. Facebook ha un ampio insieme di controlli sulle impostazioni di privacy, ma molti utenti semplicemente non sanno come accedervi. Mercoledì scorso, Facebook ha annunciato che sta rendendo più facile queste azioni, come ad esempio l'introduzione di tasti di scelta rapida sulla privacy e più chiare le istruzioni durante la pubblicazione.

Gli utenti hanno sempre sognato, modi più semplici per controllare la propria privacy , tanto più che il sito cambia così spesso. Questi strumenti saranno lanciati gradualmente nelle settimane prossime. "Noi crediamo che meglio si capisce chi può vedere le cose che si condividono, migliore può essere la vostra esperienza su Facebook", scrive Facebook. Le modifiche includono collegamenti a privacy, un più facile uso del Registro attività, e una nuova richiesta e strumento di rimozione per la gestione delle foto nelle quali si è stati taggati.

Facebook sta anche aggiungendo un nuovo prodotto educativo che rende concetti chiave per il controllo più chiaro della propria condivisione, come ad esempio in contesto promemoria su come i contenuti nascosti dalla Timeline possono ancora apparire in feed di notizie, di ricerca, e in altri luoghi. Facebook spiega di  tendere a tre principali obiettivi: portare i controlli nel contesto in cui si condivide, aiutare a capire ciò che appare, come si usa Facebook, e fornire strumenti che consentono di agire sui contenuti che non piacciono.


Fino ad ora, se si desidera cambiare la propria privacy e controllare la Timeline su Facebook, si ha bisogno di fermare ciò che si sta facendo e navigare attraverso un insieme separato di pagine. Oggi Facebook sta annunciando degli shortcuts (scorciatoie) che si potranno facilmente raggiungere. Nella barra superiore del profilo comparirà un nuovo menù a cui si potrà accedere cliccando su una icona a forma di lucchetto che consentirà di modificare alcune impostazioni sulla privacy senza spostarsi su un'altra pagina Facebook.

In qualunque luogo del social network ci si trovi sarà possibile aprire un menù a tendina e vedere apparire shortcuts con titoli del tipo "Chi può vedere quello che pubblico?", "Chi mi può contattare?" e "Come faccio a far sì che qualcuno smetta di darmi fastidio?". Facebook provvederà poi a suddividere le opzioni privacy relative all'aggiunta di nuove applicazioni sociali. Se prima in un solo riquadro veniva chiesto il permesso di utilizzare i propri dati per personalizzare l'esperienza e di poter postare gli aggiornamenti su Facebook.

A partire dalle prossime settimane Facebook provvederà a sottopore all'utente due richieste differenti. Per esempio, una persona può concedere a un'app musicale la capacità di leggere il proprio profilo pubblico e l'elenco amici per personalizzare la propria esperienza nell'app, ma rifiutarsi di permettere di inviare ciò che ascolta su Facebook per loro conto. Molte delle applicazioni che si usano si sposteranno su questo nuovo modello, ma alcune non lo faranno, per esempio, le applicazioni giochi su Facebook.com non cambieranno.


Per ulteriori informazioni su come queste nuove autorizzazioni funzionano, Facebook rimanda al suo blog degli sviluppatori. Con le nuove modifiche andrà in pensione la vecchia impostazione "Chi può cercare la cronologia per nome?" che permetteva di nascondere il proprio nome dalla ricerca di Facebook. Dato che è possibile comunque trovare un utente in altro modo, Facebook ha ritenuto opportuno rimuovere questa funzione. L'opzione, attraverso la barra ricerca, verrà rimossa dapprima per tutti tranne per chi la sta usando.

Facebook è iniziato come un servizio di directory per gli studenti universitari, e oggi offre una varietà di servizi, come il flusso di notizie, caricamenti di foto e messaggistica mobile. Come si sono evoluti i suoi servizi, anche le sue impostazioni. L'ambiente di ricerca è molto limitato, e non impedisce alle persone di trovare altri in altri modi. A causa della natura limitata del setting, Facebook lo ha rimosso per gli utenti che non lo sta usando, e ha costruito nuovi strumenti contestuali, insieme con l'educazione su come usarli.

Nelle prossime settimane, andrà in pensione questa impostazione anche per la piccola percentuale di persone che ancora la stanno utilazzando. Insieme con lo sforzo complessivo di continuare a portare avanti i controlli della privacy, Facebook sta aggiungendo avvisi contestuali su tutta la piattaforma. Per esempio, ha creato una serie di messaggi per aiutare gli utenti a capire, nel suo contesto, che il contenuto condiviso che si può nascondere dalla Timeline può comuque ancora apparire nei feed di notizie, di ricerca e in altri luoghi.


L'anno scorso Facebook ha introdotto il Registro attività. Il Registro attività rende facile vedere le cose che vengono postate su Facebook, modificare il pubblico delle foto passate e altre condivisioni, e scegliere ciò che appare sulla Timeline. Il Registro attività aggiornato consiste in una nuova navigazione, in modo da poter rivedere la propria attività su Facebook, come ad esempio i Like e commenti, le foto, e post in cui si è taggati. Con il nuovo Activity Log sarà più semplice avere una panoramica istantanea di tutte le azioni.

Si dispone anche di nuovi modi per ordinare le informazioni, ad esempio ora è possibile vedere rapidamente le foto pubbliche in cui si è taggati e nascosti dalla Timeline, ma che ancora appaiono in altri luoghi su Facebook. Nuovi strumenti per gestire la richiesta di rimozione del contenuto. All'interno del Registro delle attività aggiornato, adesso si avrà una richiesta e uno strumento di rimozione per agire su più foto in cui si è stati taggato. Se non si desidera, ora è ancora più facile chiedere alla gente che li ha inviati di rimuoverli.

Andare alla scheda "Foto di te", selezionare più foto, e chiedere agli amici di rimuovere i tag che non piacciono. Si può anche includere un messaggio sul perché questo è importante. Lo strumento consente anche di Untag su più foto in una sola volta, tenendo presente che mentre le foto senza tag non vengono visualizzati sulla timeline, possono ancora apparire in altri luoghi su Facebook, come la ricerca, news feed, o timeline degli amici. Questi aggiornamenti e nuovi strumenti inizieranno a rotazione alla fine del 2012.


3 commenti: