venerdì 29 giugno 2012

Liste interessi Facebook offrono maggiore visibilità ai post delle Pagine?


Su Facebook e sul Web si sta diffondendo la notizia (sotto varie forme) che Facebook ha limitato la visualizzazione dei post agli utenti iscritti a una data pagina, dopo l'introduzione di quelli a pagamento. Si parla di liste d'interessi per essere certi che non venga perso alcun post da parte degli utenti. Chi ha messo in giro questa voce ha scoperto l'acqua calda, in quanto anche prima non era mai possibile raggiungere tutti gli utenti iscritti alla propria fan page. Lo stesso dicasi per gli aggiornamenti di stato dell'utente, che sono visibili mediamente al 12% dei loro amici (per le Pagine si può raggiungere il 25% degli iscritti, cioè 1/4 del totale). Nei post in giro su Facebook si legge pressappoco così:

«Siccome tante pagine non sono daccordo sul dover spendere dei soldi per pubblicare e rendere visibile i propri link..vi consiglio di essere un po' piu' partecipi se tenete a quella pagina ..solo cosi' le vedrete in home..che sia la mia..o quella di uno che ha 1000 fan ..o 100..non importa ..magari mettetela nelle vostre preferite solo cosi potete essere liberi di vedere cio' che volete..per farlo vi bastera' seguire queste istruzioni "appena sotto l’immagine di copertina trovate il simbolo delle impostazioni, somiglia ad una specie di rotellina dentata, cliccateci sopra; vi apparira’ una tendina con delle impostazioni e cliccate su → “aggiungi alle liste di interessi” e solo cosi’ vedrete sempre i nostri link (...)»


Le liste d'interessi esistono da molto tempo prima che Facebook introducesse questa novità. Le liste di interessi offrono la possibilità di organizzare i contenuti che interessano su Facebook. Se è pur vero che abbiamo notato un calo prestazionale della visibilità dei post, da quanto abbiamo potuto constatare ciò vale in sostanza per i link condivisi dall'esterno su Facebook, questo perchè - come per l'introduzione della mail personalizzata @facebook.com - l'intento del social network è, ovviamente, far restare gli utenti su Facebook più tempo possibile e per tutti i servizi disponibili sulla piattaforma, come ad esempio il suo motore di ricerca interno che utilizza Bing di Microsoft (e Bing utilizza i dati Facebook nelle ricerche).


In ogni caso tali problemi sorgono, inevitabilmente, nel caso in cui si hanno centinaia di amici e si è iscritti a Pagine nell'ordine di centinaia (cioè i casi più frequenti). Per visualizzare sulla home le notizie relative agli aggiornamenti di amici e Pagine alle quali si è iscritti, basta andare sulla homepage e cliccare sul pulsante "Più recenti". Da quando è stato introdotto il news ticker in sostanza non si perde nulla o quasi, ma esiste un sistema di auto-apprendimento. In parole povere significa che se un utente mette mi piace su più post in una data pagina, questa sarà visualizzata sul ticker senza la necessità di aggiungerla tra le preferite.


Il fatto che si possa creare una lista interessi fornisce la possibilità di avere notizie speciali per ciascun argomento scelto, ma non assicura che quegli aggiornamenti saranno sempre visibili in homepage. Sarà possibile aggiungere delle notizie di "lista" e visualizzarle quando l'utente lo ritiene opportuno. Le liste di interessi forniscono dunque visibilità aggiuntiva, ma non garantiscono la visualizzazione dei post. E' importante per gli admin delle fan page creare post interessanti e di qualità, che porteranno visite ed aumenteranno la percentuale di utenti che vedranno il post. Inoltre, se siete iscritti ad una pagina quando trovate 'sponsorizzate' sotto al post vuol dire che la pagina ha pagato Facebook per 'sponsorizzare' il suo link.

I post promossi risultano visibili a una percentuale di persone a cui piace la Pagina superiore a quella delle persone che li vedrebbero normalmente. Saranno visibili anche a una percentuale maggiore di amici delle persone che interagiscono con i post. La portata che si vede quando viene promosso un post è comunque soltanto una stima. La promozione può essere visualizzata da un numero di persone maggiore o minore rispetto a quello indicato in origine e Facebook addebiterà soltanto la portata effettiva della promozione. Facebook afferma comunque che il numero di persone che vengono raggiunte promuovendo un post si aggiunge alla portata che il post riceve già normalmente.

Bisogna offrire agli utenti un motivo per tornare spesso sulla Pagina, fornendo contenuti ricchi con cui interagire e da condividere. Queste azioni organiche eseguite dagli utenti sulle Pagine creano notizie in grado di stimolare il passa-parola fra gli amici. Facebook deve monetizzare e se in passato bastava pubblicare un qualsiasi contenuto sulla pagina per ottenere una buona visibilità, adesso è bene provare nuove soluzioni per capire quali producono maggiore interazione, dato che quest'ultima è l'unica via per generare un numero maggiori di visualizzazioni senza pagare nulla. Facebook presenterà ufficialmente i Post Promossi Mercoledì 4 Luglio alle ore 17.00 in diretta live con i suoi esperti.

1 commento: