mercoledì 8 febbraio 2012

Bufala: "Salviamo Spaghetto, Facebook donerà 9 cent. a condivisione!"


Un nuova nuova foto sta facendo il giro di Facebook accompagnata da una lunga didascalia. Nella foto si vede un cagnolino dalle zampe maciullate tenuto in mano verosimilmente da un veterinario. Per ciascuna condivisione del post Facebook donerebbe 9 centesimi di euro. Il testo della discalia è il seguente:
"Salviamo Spaghetto dall'essere soppresso!!!
Tutto ha inizio a Dicembre 2011…..Siamo state contattati per una creatura trovata in pessime condizioni sul ciglio della strada, una creatura abbandonata al suo destino, per lui nessun futuro ….……
Spaghetto ha circa 8/9 mesi, per sopravvivere deve essere sottoposto urgentemente ad intervento chirurgico, i rischi sono tanti e la convalescenza è lunga e dolorosa, ma la sua voglia di vivere non ha limiti e la sua forza lo aiuta a superare grandissimi ostacoli……♥♥"


Come nei casi visti in precedenza, Facebook non donerà alcun centesimo per la condivisione del post. Come riporta LEGGO.IT, la foto risale infatti a due anni fa, il cane nell'immagine si chiama Vittorio, e non Spaghetto, e di lui si è già occupata l'Associazione Amici degli Animali di Gonnosfanadiga, in Sardegna, che ora denuncia in rete lo sfruttamento della vicenda per fini ancora non chiari. "Vittorio è stato già adottato da una famiglia meravigliosa e non ha bisogno assolutamente di nulla", spiegano le volontarie di Amici degli Animali. "Ci auguriamo che nessuno abbia inviato del denaro all'autore dell'appello per contribuire all'intervento chirurgico di cui si parla. Anzi, invitiamo a segnalare all'admin di Facebook l'utente colpevole del fatto".

Come per i casi di foto dai contenuti grafici violenti, potete invitare l'utente (se vostro amico) a rimuovere la foto o, col nuovo visualizzatore delle foto di Facebook, potete segnalare l'immagine cliccando sulla rotellina in alto a destra della stessa e dal menu a discesa cliccare su "Segnala questa foto"


Potete scegliere tra "Contenuti grafici violenti"


oppure "Spam o scam"


Escludendo la buona fede di qualcuno, per gli altri vi possono essere interessi economici o sistemi per incrementare il numero dei fan di una pagina o ancora solo per divertirsi alle spalle dell'utente meno esperto (troll). Fate sempre una ricerca sul Web prima di condividere certi post su Facebook. Le regole sulla veridicità dei contenuti postati sul social newtork, blog, comunità, ecc. sono sempre le stesse: qualsiasi informazione non supportata da fonti attendibili o verificabili, come ad esempio agenzie giornalistiche, istituzioni governative o associazioni animaliste (in questo caso) è sempre da ritenersi una bufala. Non fatevi ingannare e non credete a queste sciocchezze. Se non volete segnalare almeno non condividete, altrimenti sarete anche voi complici di questi emeriti imbecilli.

Nessun commento:

Posta un commento