giovedì 5 gennaio 2012

Check Point: Facebook è obiettivo primario di criminalità informatica


Con più di 800 milioni di utenti, Facebook è senza dubbio la piattaforma dominante del social networking nel mondo. La popolarità del social network e la crescita veloce lo rendono un obiettivo primario per i criminali informatici. Check Point Software Technologies ha pubblicato l'infografica di come avvengono gli attacchi su Facebook, utilizzando le informazioni più recenti e aggiornate, e cosa si può fare per stare al sicuro. Gli utenti del sito tendono a cliccare sui link senza pensarci due volte prima di farlo, facendo di Facebook un ambiente maturo per il fiorire di malattie digitali. Sono 4 milioni gli utenti di Facebook che hanno avuto esperienza giornaliera di spam sul social network. Il 20 per cento dei link nel news feed scaricano virus o riportano a siti che sottraggono le informazioni personali con l’inganno e 600.000 sono gli account compromessi giornalmente, in media 7 login al secondo. Checkpoint consiglia agli utilizzatori:
  1. Creare una password complessa
  2. Non accettare richieste d'amicizia da sconosciuti
  3. Monitorare cosa i vostri amici condividono e vi inviano
  4. Utilizzare la navigazione protetta HTTPS
  5. Non cliccare su link sospetti
  6. Scaricare un software di protezione specifico per Facebook [*]

[*] ZoneAlarm SocialGuard (download) da Check Point Software Technologies è un programma per Windows che permette ai genitori di monitorare le attività dei bambini su Facebook per verificare se sono vittime di bullismo, amicizie da estranei, o si impegnano in attività online potenzialmente pericolose. Per i genitori che vogliono monitorare il profilo dei loro bambini, il bambino deve accedere una sola volta con il proprio nome utente e la password di Facebook. La password non viene trasmessa al genitore e il genitore non può effettivamente vedere il profilo del bambino o che cosa sta inviando. Invece riceverà avvisi su qualsiasi cosa che il software considera sospetto. Richiedere al bambino o all'adolescente di accettare di essere controllati non solo protegge la privacy, ma contribuisce ad incoraggiare la conversazione tra il genitore e il bambino, secondo Abdul Bari, vicepresidente del reparto vendite di Check Point e genitore di tre figli.

Con questo programma, i genitori possono controllare i propri figli senza dover esserne necessariamente amici. Alcuni bambini trovano imbarazzante avere un genitore che appare nella propria lista amici. Il programma analizza tutti gli amici per vedere se sembrano essere "socialmente separati", il che significa che ci sono pochi o niente amici comuni. Analizza anche a profilo di ciascun amico per cercare di determinare se la persona può mentire sulla propria età. Il programma cerca anche certe parole che potrebbero essere associati con il bullismo o attività pericolose e se incontra ripetutamente parole o link associati a sesso, droga, alcool, suicidi, gioco d'azzardo, pirateria informatica, odio, violenza e altre minacce, invia un avviso ai genitori. I genitori possono aggiungere le loro stesse parole a cui fare attenzione per certi tipi di insulti etnici o sessuali o qualsiasi altra cosa che li preoccupa.


I genitori possono anche inserire il numero di telefono dei propri figli e l'indirizzo per essere avvisati e vedere nei post. In una intervista a ZDNet, Abdul ha detto che lui e la sua "lotta con il modo di gestire l'indipendenza che noi diamo a loro e allo stesso tempo monitora le loro abitudini sui sociali media". Come genitore, Abdul ha riconosciuto che molti dei bambini iscritti a Facebook hanno meno di 13 anni che, secondo i termini di servizio di Facebook, non sono autorizzati a essere iscritti sito. Studi separati sia negli Stati Uniti che in Europa hanno dimostrato che un numero considerevole di bambini sotto i 13 sono tra gli oltre 800 milioni di utenti Facebook. Nel 2010 un studio commissionato da McAfee ha rilevato che il 37 per cento degli utenti negli Stati Uniti da 10 a 12 anni sono su Facebook e il recente studio UE Kids Online ha rilevato che il 38 per cento degli europei tra 9 e 12-anni "usano siti di social networking ed uno su cinque ha un profilo su Facebook".

A proposito di Check Point Software Technologies Ltd.
Check Point Software Technologies Ltd. (www.checkpoint.com), è leader mondiale nella sicurezza Internet, fornisce ai clienti protezione senza compromessi contro tutti i tipi di minacce, diminuisce la complessità e riduce i costi totali di proprietà. Check Point è il pioniere nel settore con il FireWall-1 e la sua tecnologia brevettata stateful inspection. Oggi, Check Point continua a sviluppare nuove innovazioni basati sull'architettura Software Blade, fornendo ai clienti soluzioni flessibili e semplice che possono essere completamente personalizzati per soddisfare le esatte esigenze di sicurezza di qualsiasi organizzazione. Check Point è l'unico vendor che và oltre la tecnologia e definisce la sicurezza come un processo aziendale. Check Point 3D Security combina in modo unico la politica, le persone e l'esecuzione per una maggiore protezione del patrimonio informativo e aiuta le aziende a implementare un progetto per la sicurezza che si allinea con le esigenze aziendali. I clienti comprendono decine di migliaia di organizzazioni di ogni dimensione. Le premiate soluzioni ZoneAlarm di Checkpoint proteggono milioni di consumatori da hacker, spyware e furti di identità.

Nessun commento:

Posta un commento