domenica 11 dicembre 2011

Bufala su Facebook: E' morto Paolo Villaggio ma l'ANSA non c'entra


Da un paio d'ore stanno girando dei link su Facebook dell'agenzia ANSA che avviserebbero della presunta scomparsa dell'attore comico Paolo Villaggio. In realtà l'amato attore è fortunatamente vivo e vegeto. Il titolo dei post recita: "E' morto Paolo Villaggio nella sua Genova. [www.ansa.it] L'intera Italia piange il suo Fantozzi, il comico che ha fatto ridere una intera generazione... Continua...". Se clicchiamo su uno dei link veniamo riportati all'home page del sito dell'ANSA http://on.fb.me/soSOGj. Alcuni attribuiscono ad un brutto scherzo da parte di qualche buontempone o ad un errore della stessa ANSA, che prima ha diffuso la notizia e poi ha immediatamente rimosso l'articolo dal sito.


In effetti qualcosa in questi post no và del tutto. Come potete notare, oltre al fatto che il titolo del post è molto "preciso" (persino col punto finale), l'interruzione della descrizione avviene anche in questo caso in maniera alquanto "anomala", rispetto al post dell'ANSA.


Inoltre, come possiamo vedere dall'immagine sottostante Facebook interrompe i post con un break ipertestuale oltre un certo numero di caratteri (all'incirca 300), in maniera del tutto diversa:


In realtà, basta infatti cambiare titolo, descrizione e sfruttare per l’immagine una di quelle disponibili per esempio nella home page del sito dell’Ansa e il post bufala è ben confezionato, come potete vedere dal post condiviso sulla nostra bacheca:



E' la stessa agenzia a smentire successivamente la notizia con un articolo: "'Mi sento benissimo, ma a questo punto andrò a farmi un check up'. La mette sul ridere Paolo Villaggio, che con una battuta delle sue smonta il tam tam scatenato sul web dalla notizia della sua morte, che alcuni siti attribuiscono falsamente all'ANSA. 'Non mi sono mai sentito meglio', aggiunge al telefono con l'ANSA. "Non è la prima volta che il papà del famoso Fantozzi viene fatto morire prima del dovuto.

E' accaduto già nel marzo scorso, con tanto di coccodrillo finito su Facebook e una lunga serie di commenti tra l'incredulità e la commozione". Dato che si tratta di un link esterno al social network e non di una nota all'interno della piattaforma, i post potrebbero continuare a girare per mesi, se non rimossi manualmente dagli stessi utenti che li hanno condivisi. Intanto Paolo Villaggio ha presentato il suo canale YouTube [aggiornato].



Nessun commento:

Posta un commento