giovedì 6 ottobre 2011

La scomparsa di Steve Jobs viene sfruttata da truffatori su Facebook


Una nuova truffa sta facendo il giro di Facebook e disgustosamente, come avvenuto in altre occasioni, sfrutta un triste evento che scuote l'opinione pubblica. Stiamo parlando della scomparsa del guru di Apple, Steve Jobs. E anche Google, rivale della Apple, ha reso omaggio a Steve Jobs: oggi infatti sulla sua homepage, sotto la barra di ricerca, c'e' il nome del fondatore dell'azienda di Cupertino, con data di nascita e di morte. Il link rimanda alla pagina della Apple, dove e' stata pubblicata una foto di Steve Jobs e un ricordo dell'azienda. Ecco una truffa individuta su Facebook, che sostiene venga dato iPad gratis "in memoria di Steve Jobs".


"In memoria di Steve, una società sta dando 50 iPads stasera. RIP Steve Jobs [LINK]", recita il post sulle bacheche. Il link ingannare gli utenti, facendo credere che si può ottenere un iPad gratis ma poi va avanti e si arriva a completare dei sondaggi online. Il link passa attraverso il servizio di url breve bit.ly (Naked Security ha chiesto agli amici di bit.ly di chiudere il link in basso) e possiamo vedere che oltre 15.000 persone hanno già cliccato sul link che è stato istituito poche ore dopo l'annuncio della morte di Steve Jobs.


Naturalmente, se voi foste una di quelle persone che hanno cliccato sul link vi potreste chiedervi quali sono le possibilità che si riceverà un iPad gratis. "Mi spiace deludervi, ma è piuttosto improbabile", scrive Graham Cluley, senior technology consultant di Sophos.  La pagina web è molto simile a quelle che abbiamo visto finora da altri truffatori. Ecco quello che viene visualizzato:


Come fanno soldi i truffatori fanno? Sono affiliati per guadagnare denaro e maggiore è il traffico sul quale possono indirizzare gli utenti a siti web e diventare clienti, o partecipando ai sondaggi on-line e concorsi. Cinicamente, i truffatori hanno sfruttato la morte di Steve Jobs, nella speranza di guidare un gran numero di utenti Internet su siti web che offrono contenuti come concorsi, sondaggi e gioco d'azzardo online.


Il fatto è, naturalmente, che potrebbe facilmente rimandare gli utenti a una pagina web contenente codice maligno o una pagina di phishing concepita per rubare le credenziali. Se si vuole rendere omaggio a Steve Jobs, il luogo più appropriato ci sembra essere il sito web di Apple. La verità è che i truffatori non sono dei geni e non contribuiscono per nulla al mondo di tecnologia o della società in generale, come invece Steve Jobs ha fatto. "E 'un peccato che non possano essere ispirati da discorsi come quello che Jobs ha fatto alla Stanford University nel 2005, e fare qualcosa di meglio della loro vita", fà notare Graham Cluley.



È probabile che questa non sarà l'unica truffa per quanto riguarda la prematura scomparsa di Steve Jobs. Non sarebbe una sorpresa, per esempio, vedere le truffe che potrebbero tentare di approfittare della perdita del fondatore di Apple con esche come "una donazione per beneficenza preferita di Steve come un tributo". Si consiglia sempre di riflettere attentamente sui link sui quali si clicca. I truffatori e i criminali informatici, di volta in volta, non esitano notoriamente a sfruttare le notizie - che si tratti della tragedia personale di una ragazza suicida, avventure bizzarre, un disastro naturale o l'ultimo gossip piccante. Unitevi alla nostra pagina su Facebook per restare aggiornati sulle truffe in corso su Facebook e per la sicurezza sul Web.

2 commenti:

  1. non lo desidero x nessuno dove ci sono cose importanti da leggere e fra parole ce una provocazione publicitaria e falsi premi e un sistema illegale che chi rapressenta facebook , google, e altri ancora non controllano e noi si dovrebbe rinunciare quando si vede cose strane o assurde visto che siamo in genere noi che accettiamo è sarebbe meglio che NO ! Saluti

    RispondiElimina
  2. Noi preferiremmo che certe scelte di marketing avvenissero in maniera più 'trasparente' e non si sfruttasse in maniera così subdola anche chi non c'è più

    RispondiElimina