venerdì 2 settembre 2011

Twitter: Fidel Castro è morto, ma è solo un virus incluso nelle email


Da Martedì scorso su Twitter si rincorrono voci, secondo cui l'ex leader cubano Fidel Castro, sarebbe in fin di vita o già morto. Si tratta d'un virus incluso in una e-mail spam, che raffigura il leader cubano in una bara. Come riporta Fox News, secondo il sito Naked Security, il virus è stato spedito sotto forma di email messa in circolo all'inizio di agosto con il titolo "Fidel Castro è morto". La mail è corredata da una foto di Castro in vestaglia da camera, con la testa appoggiata su un cuscino e gli occhi chiusi e da due link per vedere un'altra foto e un video. Naked Security ha avvertito di non aprire il messaggio e di non andare sui due link segnalati. I messaggi di posta elettronica hanno come oggetto "Murio Fidel Castro" e il testo all'interno dice che il dittatore cubano è morto da molto tempo nel pomeriggio a casa sua, e che i funzionari sostengono che si è ammalato pochi giorni fa dopo aver subito un improvviso attacco cardiaco. I destinatari sono invitati a cliccare sull'immagine per vedere un video report della morte di Fidel Castro. Quindi non fatevi ingannare a fare clic sui link in questa email, in quanto verrà scaricato un cavallo di Troia (che Sophos rileva come Troj / DwnLdr-JGW) che si trasforma nel download di un ulteriore codice maligno (Troj / Agent-SYF) sul PC Windows. Le condizioni dell'85enne "leader maximo" sono precarie dal 2006, quando scomparve per sottoporsi a un intervento all'intestino. Ma l'abitudine cubana di mantenere il più stretto riserbo sull'ex presidente non fa che alimentare le voci di una sua imminente fine.

Generate anche dal virus e dal noto meccanismo con cui si propagano queste bufale su Internet, nel giro di qualche giorno i media si sono gettati sulla presunta morte del leader cubano, raccontando delle voci. l’agenzia AGI ha scritto che “Fidel Castro è in coma, o forse è morto, stando a quanto si legge su Twitter”. La nota blogger cubana dissidente Yoani Sanchez, il 30 agosto ha scritto su Twitter di essere sommersa da telefonate che gli chiedono se Castro è morto o no, e di non saperne nulla. Ieri l’analisi di Yoani Sanchez si è fatta più completa: “Le voci sulla morte di Fidel Castro circolano ciclicamente. È meglio impegnarsi a vivere già nel post-castrismo”. In realtà non è la prima volta che circolano in Rete delle e-mail sulla morte di Castro contenenti virus. Già nel 2008 i Panda Labs avevano individuato un worm che veniva trasmesso attraverso falsi messaggi di posta elettronica. Il worm incluso nella e-mail era il W32/FakeDeath.A.worm.  L'email diceva, come al solito per questo tipo di attacchi , che ulteriori informazioni sulla morte di Castro si potevano trovare cliccando su un link ad un video, e se gli utenti seguivano la propria curiosità, venivano reindirizzati a un sito Web dove si visualizzava la notizia pubblicata dal quotidiano Diario Clarin il 30 agosto, 1997, sulla falsa morte dell'ex presidente. Allo stesso tempo, il worm veniva scaricato sul computer, e il suo scopo era quello di diffondersi attraverso programmi peer to peer. Un altro classico esempio di notizie false che  portavano malware sui computer e nulla più.

Nessun commento:

Posta un commento