lunedì 27 giugno 2011

Il sistema antispam di Facebook disattiva app legittime per errore

Negli ultimi giorni la casella di posta elettronica di TechCrunch ha visto un aumento delle denunce da parte degli sviluppatori di Facebook che hanno avuto le loro applicazioni disabilitate senza preavviso. Colpa di un bot che il social network ha lanciato in azione per togliere di mezzo le applicazioni che sono ritenute fonte di spam. Il Facebook Developers Forum è pieno di commenti da parte di sviluppatori  infuriati, dove dicono che Facebook sta uccidendo la loro attività senza preavviso o giusta causa.

Come spiega il Washington Post, i divieti improvvisi sono il risultato di un bot automatico di Facebook, che chiude automaticamente le applicazioni che ritiene essere spam. La questione più significativa è che molte applicazioni con decine di migliaia di utenti attivi ogni giorno vengono per lo più inosservate da Facebook perché sono piccole in confronto alle applicazioni di grandi dimensioni come Zynga, che hanno milioni di utenti ogni giorno. Ovviamente né gli utilizzatori né Facebook vogliono applicazioni spam sulla piattaforma, ma c'è un problema: Facebook ha recentemente modificato il bot per essere molto più aggressivo, e non ha dato alcun preavviso agli sviluppatori prima di impostarlo su tale livello. E gli sviluppatori in una discussione su News Hacker stanno segnalando problemi simili. Secondo All Facebook, uno degli ingegneri di Facebook ha già riconosciuto il problema tramite un post su News Hacker e ha dichiarato che Facebook sta lavorando per risolvere il problema. Eugue, lo sviluppatore di Facebook ha continuato:
"Abbiamo ricevuto molti feedback degli utenti da poco, la scorsa settimana vi è stato un incremento significativo, le persone stanno vedendo grande quantità di applicazioni spam nei loro feed e sulle loro bacheche. Ci siamo rivolti a un nuovo sistema di applicazione che ha preso in considerazione molto più pesantemente il feedback degli utenti molto più pesantemente. Ciò ha determinato che una serie di applicazioni con elevati feedback negativo degli utenti o con determinate caratteristiche sono state disabilitate. In particolare, sono state disabilitate molte delle applicazioni che inviato a postare sulle bacheche di altri utenti e che avevano avuto una segnalazione numerica di spam molto elevata. Mi scuso per la repentinità dell'azione. I numeri erano abbastanza alti da causare una vera e propria perdita di fiducia nelle applicazioni, che possono influenzare l'intera piattaforma. Dove abbiamo fallito non è sufficiente fornire un feedback sulle metriche negative per gli sviluppatori prima di dover prendere questa azione. Questo è qualcosa su cui stiamo lavorando duramente per risolvere con la nuova applicazione Insights che lanceremo nelle prossime settimane - si avranno informazioni dettagliate sul coinvolgimento positivo e negativo del contenuto che l'applicazione genera". 
Le applicazioni di grandi dimensioni che sono state chiuse comprendono  Photo Effect, Social Interview, and Good Reads e Photo Effect. Facebook ha rifiutato di fornire i dati su quante applicazioni siano state colpite. Per essere chiari, molte delle applicazioni che Facebook chiuse probabilmente sono spam. Ma altre sono perfettamente legittime. Facebook sembra ora si sia attivamente mosso per ripristinare le applicazioni che sono state ingiustamente bloccate. Ma per Facebook non sarà semplice onda rimettere le cose a posto. Alcuni degli sviluppatori stanno avendo a che fare con un afflusso di reclami da parte degli utenti. E alcuni sviluppatori stanno perdendo fiducia nella piattaforma interamente, in quanto temono che venga bloccata la loro attività sul social newtwork senza preavviso. Se siete uno sviluppatore, e pensate che la vostra applicazione sia stata disattivata per errore, potete appellarvi, chiedendo la sua riattivazione a Facebook. In ogni caso gli sviluppatori dovrebbe aver ricevuto una e-mail all'indirizzo di posta elettronica di contatto della propria applicazione, con un link ad appello. Solo in questo caso, il collegamento è https://www.facebook.com/help/contact.php?show_form=dev_disable_appeal.

Nessun commento:

Posta un commento