giovedì 22 luglio 2010

Verificare l’efficienza del proprio sistema informatico

Dal singolo computer alla grande rete, sarebbe bene valutare periodicamente lo stato dei componenti per evitare un calo delle prestazioni. La seguente checklist fornisce elementi utili sia a valutare le proprietà strutturali della propria infrastruttura informatica, sia a quantificarne le prestazioni almeno per gli aspetti fondamentali e più facilmente misurabili.

A seconda delle risposte sui temi Sicurezza, Fault ToleranceDisaster Recovery, ad esempio, si potranno ricavare utili spunti per guidare l'evoluzione di rete e macchine verso uno standard di qualità e servizio migliore.

Analogamente, monitorando nel tempo i valori delle misure di prestazioni citate, si potranno cogliere eventuali accenni di degrado da contrastare o con migliori politiche di “manutenzione” (per esempio: deframmentazionedisinstallazione applicazioni inutili) o, a seconda dei casi, con sostituzioni/upgrade di software.

Valutazione sicurezza

  • Protezione WLAN (crittografia WPA-WPA2 con password cambiata regolarmente; MAC filteringSSID broadcast disabilitato)

  • Firewallantispywareantimalwareantivirusaggiornamenti automatici abilitati su ogni PC

  • Impostazioni di sicurezza sul modem-routerNAT; utilizzo DMZ e port pass-through limitati allo stretto necessario

  • Tutti gli account utente PC protetti da password cambiata regolarmente e con adeguate politiche di scelta



  • Tecnologia LAN: Fast Ethernet, Gigabit Ethernet?

  • Tecnologia WiFi: 802.11b/g/n?

  • Velocità connessione Internet (utilizzo regolare di www.speedtest.net oppure scaricamento di un particolare file via FTP di grandi dimensioni da un determinato sito).

  • Valutazione prestazioni e situazione storage

    Piano di deframmentazione regolare


  • Benchmark dei singoli dischi (CrystalDiskMark)

  • Deframmentazione periodica dell'hard disk

  • Piano di ricerca doppioni (CloneSpy)

    Piano di backup automatico di adeguata frequenza


  • Di tanto in tanto archiviare copie di backup in un sito separato (HDD, cd, dvd)

  • Archiviare e aggiornare regolarmente le immagini degli hard disk di avvio di ciascun PC

  • Esecuzione regolare di punti di ripristino sui PC Windows

    Fonte: http://www.b2b24.ilsole24ore.com/
    Tag: Consigli

  • Nessun commento:

    Posta un commento