lunedì 26 luglio 2010

Una buona protezione da virus non deve essere costosa

Stanno fuori su internet in attesa: virus, worm, hacker e phisher. E in questi giorni, coloro che non riescono a proteggere i propri computer da questi attacchi, sono giustamente accusati di negligenza - soprattutto perché non hanno nemmeno bisogno di spendere soldi per ottenere una protezione decente. Anche così, però non tutti i software di protezione sono uguali. A volte si devono installare più programmi gratuiti per avere una ragionevole garanzia di protezione.

"È possibile ottenere un ragionevole livello di sicurezza con programmi liberi, "dice Matthais Gaertner dalla Agenzia federale tedesca per la Sicurezza nella Tecnologia dell'Informazione (BSI). Ciò è stato confermato da un recente test dal tedesco computer c't magazine. Quattro dei sei programmi gratuiti analizzati hanno fornito buoni risultati. Tutti gli scanner gratuiti sono in grado di rimuovere virus, trojan, rootkit e senza sforzo. "Uno dei due più grandi problemi con gli scanner antivirus gratis è l'intervallo di tempo, gonfiato artificialmente, dell'aggiornamento della firma virale. Gli aggiornamenti non vengono effettuati ogni due ore, ma solo una volta al giorno. L'altro è il " thoroughly underwhelming behaviour identification systems", cioè il comportamento dei sistemi di identificazione", spiega c't Christiane Ruetten editor.

Il primo svantaggio, l'aggiornamento ritardato delle firme, non è che un problema grave, dice l'esperto. Dopo tutto, l'identificazione delle firme dei virus, un po' come un'impronta digitale di software dannoso, è solo uno dei molti metodi con i quali viene rilevato il malware. "C'è anche l'approccio euristico, l'analisi statistica, e il riconoscimento del comportamento" Ruetten spiega. Il secondo inconveniente, la mancanza di sistemi di riconoscimento del comportamento, è un problema più grande. Questa funzionalità è uno dei pilastri principali per dare l'allarme se un programma agisce in modo sospetto. Ruetten raccomanda pertanto l'installazione di software libero extra, come Threatfire, per individuare comportamenti sospetti se il vostro programma antivirus gratuito scelto è privo di quella funzione.


Un altro fattore da considerare: le cosiddette infezioni drive-by. Questi arrivano quando il software dannoso viene involontariamente scaricato mentre si viaggia in internet. I programmi che controllano il flusso di dati sul Web sono Avast Free Antivirus e AVG Anti-Virus. Il più convincente della prova è stato effettivamente Avira AntiVir. Il programma si distingue per la sua velocità, mettendolo in condizioni di parità con il software Avast è particolarmente adatto per i laptop, che tendono ad avere un po' meno potenza rispetto ai pc desktop. Microsoft Security Essentials e Panda Cloud Antivirus si sono distinti anche per i tassi di identificazione particolarmente buoni. Il test c't inoltre ha ritenuto entrambi i programmi adatti a utenti inesperti, dal momento che alcune delle impostazioni sono già buone di default.

Un piccolo difetto associato ad alcuni scanner gratuiti sono le finestre pop-up, che favoriscono l'acquisto della versione completa. L'intensità degli annunci pubblicitari varia da programma a programma, nota Christiane Ruetten. Avast è il solo ad aver messo una quantità minore di annunci per la sua versione completa, per esempio, mentre Microsoft Security Essentials non pubblicizza nulla, poiché non vi è alcuna versione "completa" per l'aggiornamento. Avira presenta invece la finestra pubblicitaria ad ogni aggiornamento. Gli utenti di software antivirus libero devono anche considerare che gli strumenti aggiuntivi quali anti-spyware e firewall non sono sempre inclusi.

Fonte: http://www.earthtimes.org/



Tags: Antivirus, Relazioni, Virus, Spyware

Nessun commento:

Posta un commento