domenica 3 agosto 2014

Cyber crimine: consigli da G DATA per viaggiare sicuri e senza rischi


Gli esperti di sicurezza di G DATA forniscono una serie di consigli per la propria sicurezza digitale in vacanza. Come proteggere in maniera efficace smartphone, tablet e notebook. Sulla spiaggia, in montagna, o in città, smartphone, tablet, PC e notebook sono ormai compagni di viaggio indispensabile dal momento che anche durante le ferie le persone preferiscono restare sempre connesse. Si pubblicano foto, si controllano le previsioni del tempo e le email, si cercano luoghi ideali per un’escursione, ristoranti e tanto altro ancora.

WLAN sono ormai disponibili ovunque, negli hotel, nei bar, con un accesso libero sempre a disposizione della clientela. Purtroppo, però, molti dispositivi mobili non sono protetti in maniera adeguata e rappresentano dunque un bersaglio facile per i cyber criminali. Gli esperti di sicurezza di G DATA mettono in guardia i turisti offrendo una serie di consigli utili. I dispositivi mobili come gli smartphone e i tablet sono certamente comodi compagni di viaggio, ma contengono anche una grande mole di dati personali come password, foto e dati di contatto. 

Questo rappresenta un rischio se non sono protetti in maniera adeguata. I cyber ladri lo sanno e non si fanno scrupoli nel rubare dati e dispositivi. “I cyber criminali si stanno ora sempre più focalizzando sugli hotspot presenti nei luoghi di villeggiatura e prendono di mira chi non può fare a meno di Internet quando è in vacanza”, precisa Eddy Willems, esperto di sicurezza di G DATA.

Evitare l’online banking quando si è in vacanza
I bersagli più popolari sono i computer pubblici negli Internet café e gli hotspot gratuiti negli aeroporti e negli hotel. Questi access point raramente sono protetti in modo adeguato così i criminali possono facilmente leggere il traffico di dati e spiare le informazioni relative a carte di credito, password e altri dati personali. Per questo motivo i turisti dovrebbero evitare l’online banking e l’online shopping. Chi vuole invece mandare cartoline digitali dalle vacanze dovrebbe utilizzare un indirizzo email alternativo in modo che, qualora i dati di accesso vengano rubati, gli account email regolari non siano colpiti.  

Dispositivi mobili protetti adeguatamente
Per non trovarsi con le ferie rovinate è importante rendere del tutto sicuri notebook, smartphone e tablet prima di partire. “Prima di andare in vacanza gli utenti dovrebbero installare tutti gli aggiornamenti possibili sui propri dispositivi. Questo permette di chiudere eventuali falle di sicurezza che i criminali potrebbero sfruttare per degli attacchi”, avvisa Eddy Willems. Oltre a ciò i vacanzieri dovrebbero fare un controllo dei propri file prima di partire, vedere quali dati sono indispensabili per le vacanze e farne un back up a casa e su un hard disk portatile o una chiave Usb.

Localizzare e bloccare i dispositivi
Per difendersi dai borseggiatori come dai cyber criminali, è necessario installare un software per la sicurezza che includa anche la protezione anti-ladro. In caso di perdita o furto, infatti, l’utente può localizzare il proprio dispositivo e bloccarlo. Contenuti possono essere anche cancellati da remoto se necessario. Per prevenire la perdita dei dati è inoltre possibile eseguire il backup dei dati prima della cancellazione in remoto. G Data MobileSecurity garantisce un’efficace protezione quando si naviga in Internet o si usano altre funzioni del telefono.


I consigli di G DATA per delle vacanze sicure

Prima di partire
• Istallare un software per la sicurezza: i vacanzieri dovrebbero installare un’efficace e comprensiva soluzione per la sicurezza sul proprio notebook, smartphone o tablet come G Data Antivirus, Internet Security e Total protection o G Data Internet Security for Android.
• Assicurarsi che tutto il software sia aggiornato: prima di partire bisogna aggiornare il sistema operativo e tutti i software installati. In questo modo vengono chiuse le falle di sicurezza che possono essere sfruttate per attacchi.

• Attivare la protezione anti-ladro: gli utenti dovrebbero prendere precauzioni in caso di perdita del proprio dispositivo e installare un software per la sicurezza che includa una protezione anti-ladro. Questo consente di individuare il proprio dispositivo, di bloccarlo da remoto e di cancellare tutti i dati in esso contenuti. Se si possiede un notebook si dovrebbe criptare l’hard disk in modo da impedire ai ladri di leggerne i dati.
• Predisporre un account email per le cartoline: chi vuole mandare cartoline elettroniche ad amici e familiari dovrebbe attivare un account email separato. In caso di attacco soltanto questo sarà compromesso e l’indirizzo può essere cancellato senza problemi in ogni momento.

• Fare il back up dei dati: prima di partire è opportuno creare una copia di back up di tutti i dati su un dispositivo di archiviazione esterno. Windows backup è il programma che si occupa di salvare copie dei propri file a intervalli regolari.
• Annotarsi i numeri di blocco: i vacanzieri dovrebbero prendere nota dei numeri di servizio del proprio operatore telefonico e del provider della propria carta di credito. In caso di smarrimento o furto carte di credito e dispositivi mobili possono essere bloccati immediatamente. 

Dopo la partenza
• Evitare le WLAN pubbliche: si dovrebbe evitare di utilizzare hotspot gratuiti negli aeroporti, nelle stazioni e negli hotel per quanto possibile, dal momento che, spesso, non sono protetti in modo adeguato. Per navigare è più consigliabile usare una card UMTS.
• Attenzione negli Internet café: i computer pubblici sono di norma poco sicuri, pertanto i turisti dovrebbe evitare di svolgere operazioni di online banking e shopping, né scaricare o salvare qualsiasi dato personale. Altrimenti i criminali potrebbero hackerare questi dati e usarli per propositi illegali.

• Nessuna chance per i borseggiatori: idealmente i dispositivi mobili non dovrebbero essere prestati o lasciati in mano altrui quando si è in vacanza. Gli utenti dovrebbero evitare di portare i propri smartphone, tablet o notebook in piscina o in spiaggia. I ladri e i furbi sono sempre in agguato.
• Disabilitare i network wireless: connessioni wireless come WLAN, Bluetooth o NFC dovrebbero essere usate solo in caso di reale bisogno dal momento che così lasciano i dispositivi esposti a un attacco.

• Disabilitare le connessioni dati: con gli smartphone si dovrebbe evitare di attivare la connessione dati quando si è all’estero (roaming) o vicino ai confini internazionali in modo tale che i dati non siano ricevuti attraverso un costoso operatore straniero. Alcune applicazioni mandano e ricevono dati in background così ci può essere un intenso traffico senza che ce se ne accorga.  Questa estate, però, lo spettro del roaming per chi si connette dovrebbe fare meno paura: il 1° luglio sono entrate in vigore le nuove tariffe valide in tutti i Paesi dell’Unione europea. Link: www.gdata.it





Nessun commento:

Posta un commento