martedì 11 ottobre 2011

Bufala su Facebook: Microsoft paga 245 euro se inviate il messaggio


Una vecchia bufala sta nuovamente facendo il giro del web ed in particolare di Facebook (tanto per cambiare). Il messaggio che si potrebbe ricevere da un amico permetterebbe (se girato) di guadagnare ben 245 euro da Microsoft. La conferma ufficiale verrebbe da un presunto avvocato che "conosce la legge". Per ogni persona a cui si invierà questo messaggio e che lo invierà a sua volta d altre persone, Microsoft pagherebbe 243 euro. Per la terza persona che lo riceverà, Microsoft invece pagherebbe 241 euro. Fra due settimane, inoltre, Microsoft contatterebbe l'utente per la conferma dell'Indirizzo postale e invierà il denaro in un assegno. La catena di S. Amtonio molto elaborata, recita testualmente:
"Salve a tutti! Generalmente non invio messaggi di questo genere, ma questo mi è arrivato da un’ottima amica, che ha un’ amica avvocato, e mi sembra che sia un’opportunità interessante. Lei dice che funzionerà, e FUNZIONA!!! Dopotutto, non c’è niente da perdere! Ecco qui quello che dice: Sono avvocato, e conosco la legge. Questo, E’ reale. Non sbagliatevi. AOL e Intel manterranno le loro promesse per paura di essere trascinate in tribunale e dover far fronte a una causa di milioni e milioni di dollari.
Come quella della Pepsi Cola contro la General Electric , non molto tempo fa. Cari amici, per favore, NON prendete questo messaggio per un bidone. Bill Gates STA condividendo la sua fortuna. Se lo ignorate, potreste rimpiangerlo più tardi. Windows rimane il programma più diffuso ed utilizzato nel mondo. Microsoft e AOL sperimentano inviando questo test via messaggio elettronico (e-mail Beta Test). Quando inviate questo messaggio elettronico (e-mail) ai vostri amici, Microsoft può rintracciarvi (se siete un utilizzatore di Microsoft Windows) per 2 settimane. 
Ad ogni persona che invierà questo messaggio, Microsoft pagherà 245 euro. Per ogni persona a cui avete inviato questo messaggio e che lo invierà ad altre persone, Microsoft vi pagherà 243 euro. Per la terza persona che lo riceverà, Microsoft vi pagherà 241 euro. Fra due settimane, Microsoft vi contatterà per la Conferma del vostro Indirizzo Postale e vi invierà un assegno. (Sinceramente, Charles Bailey, General Manager Field). Pensavo che questo fosse un imbroglio, o uno scherzo, ma 2 settimane dopo aver ricevuto questo messaggio e averlo riinviato, Microsoft mi ha contattato per conoscere il mio indirizzo postale e mi hanno inviato un assegno di 24.800 euro.
Dovete rispondere prima che questa prova sia terminata; se qualcuno ha i mezzi per fare quest’operazione, è Bill Gates. Per lui, c’è un ritorno commerciale. Se questo vi soddisfa, inviate questo messaggio a più persone possibile. Dovreste ricevere almeno 10.000 euro. Non li aiuteremmo, inviando questo messaggio, se non ce ne venisse un qualche cosina anche a noi… La zia di un mio caro amico, che lavora per Intel, ha appena ricevuto un assegno di 4543 euro, semplicemente inviando questo messaggio.
Come ho detto prima, conosco la legge, e c’è del vero, Intel e AOL sono in negoziato per una fusione, con la quale diventerebbero la compagnia più importante del mondo nel settore, e per essere sicuri di rimanere il programma più diffuso e utilizzato in assoluto, Intel e AOL sperimentano con questa prova. Dimitri Gustin per ulteriori dettagli, ecco il mio numero di telefono: 0032473/404100. Cordialmente, Ste AGECO Eurl Pascal HUMBERT 1 rue Jean EGEN – 67600. SELESTAT Tél. 03.90.57.20.36. – Fax 03.88.58.46.43. Mobile: 06.08.02.45.70"

Si tratta d'una variante risalente al 1997 e rivista nel 2008, che veniva diffusa attraverso le caselle e-mail e adesso qualche "genio" l'ha riadattata su Facebook. Dopo aver inoltrato il messaggio non riceverete alcun euro, naturalmente, ma sicuramente un bel "Vaff..." da chi è già a conoscenza della bufala. In realtà non vi è alcun processo di fusione tra Intel ed Aol, bensì una recente partnership tra Aol, Microsoft e Yahoo! per l'adversting online e che probabilmente ha "rinvigorito" questa bufala. 

Senza considerare il fatto che Intel e AOL non hanno mai dichiarato di volersi fondere (basta far una semplice ricerca in Rete). Come viene sottolineato su Virgilio Notizie, nell'email del presunto avvocato prima si dice che Microsoft resterà sola. Dopo che si fonderà con AOL e che indieme mandano questo "test". Dopo ancora dice che in realtà sono Intel e AOL che si fondono, e che il test lo mandano loro! L'aspetto "comico", per così dire, come riferisce Paolo Attivissimo sul suo blog, è che esiste un "Charles Bailey, General Manager Field", almeno stando a Spoke.com. 

Il numero di telefono di Dimitri Gustin è belga (prefisso 0032) ed è un cellulare (prefisso 473, rete Proximus), secondo i dati di Applied Language. Ma i ripetuti tentativi di chiamarlo restituiscono un messaggio di numero non valido. In definitiva, prima di inoltre qualsiasi messaggio che ricevete da un amico e che ha tutte le caratteristiche d'una classica catena di S. Antonio, fate una ricerca su Internet ed avvertite colui che ve lo ha spedito.

Nessun commento:

Posta un commento