sabato 24 settembre 2011

Bufala: criminali fanno vittime con falsi bambini in auto e lancio di uova


Nonostante le numerose smentite in Rete, continua a girare una bufala su Facebook che se prima veniva propagata attraverso messaggi in posta e note, adesso viene diffusa anche attraverso aggiornamenti di status (dopo che Facebook ha portato lo status a 5.000 caratteri). L'appello riguarda presunti "metodi escogitati da Rom e ladri perchè gli automobilisti (soprattutto donne) fermino il proprio veicolo e ne scendano (in zone isolate)", diventando in questo modo potenziali vittime di criminali. Il messaggio bufala (al quale cadono come sempre utenti poco "informati" e molto "creduloni") e spesso usato da pagine per incrementare l'interazione degli utenti sulla pagina stessa, recita testualmente:

"Una sera, mentre percorrevo una via secondaria per tornare a casa, ho notato, sul seggiolino di un'auto ferma a bordo della strada, un bambino coperto da un panno. Non so spiegare perchè - e la ragione poco importa - ma non mi sono fermata... Quando sono arrivata a casa, ho telefonato alla polizia che mi ha assicurato che sarebbe andata a vedere Nel contempo, però, ecco quello di cui la polizia mi ha informata: le bande di malviventi, i Rom e i ladri stanno escogitando vari stratagemmi perchè gli automobilisti (soprattutto donne) fermino il proprio veicolo e ne scendano (in zone isolate). Il metodo praticato da certe bande consiste nel posizionare una macchina lungo la strada con un falso bebè seduto dentro, aspettando che una donna si fermi per andare a vedere quello che lei crede essere un bimbo abbandonato. Da notare che la macchina è solitamente messa vicino a un bosco e ad un campo con l'erba alta: la persona che ha la malaugurata idea di fermarsi sarà trascinata nel bosco, violentata, picchiata e derubata... Non fermatevi mai, ma chiamate il 113 appena possibile, raccontando quello che avete visto e dove l'avete visto, MA CONTINUATE LA VOSTRA STRADA! Altro espediente: Se, mentre state guidando, vi 'arrivano' delle uova sul parabrezza, non fermatevi, ma soprattutto non azionate il lavavetri, perchè le uova miste all'acqua diventano collose e vi oscurerebbero il parabrezza fino a più del 90%! Sareste allora costretti a fermarvi al bordo della strada, diventando potenziali vittime di criminali. Ecco qualcuna delle nuove tecniche utilizzate dalle bande di criminali. Informate i vostri amici, per favore..."
In realtà l'appello ha una "straordinaria" somiglianza con una bufala che circola sin dal 2009 negli Stati Uniti, segnalata da Urban Legends e smentito dalle forze di polizia. Come fà notare Paolo Attivissimo, si tratta di una storia inventata all'estero (come quella che abbiamo precedentemente segnalato) e riadattata da mano ignota introducendo dettagli locali (113) e un pizzico di razzismo (i Rom, assenti nell'appello americano):
"New Warnings FYI, passed along from personnel at the Paulding County Courthouse, in Georgia. Several things to be aware of this year... as gangs and robbers are now plotting different ways to get a person to "stop" their vehicle. Please note: There is a gang initiation reported by the local police department that gangs are placing a car seat by the road ... with a fake baby in it... waiting for a woman, of course, to stop and check on the baby. Note that the location of this car seat will usually be beside a wooded or grassy (field) area ...and the person - woman - will be dragged into the woods - beaten and raped - usually left for dead. DO NOT STOP. DIAL 9-1-1 AND INFORM THEM... IF YOU ARE DRIVING AT NIGHT AND EGGS ARE THROWN AT YOUR WINDSHIELD. DO NOT OPERATE THE WIPER AND SPRAY ANY WATER BECAUSE EGGS MIXED WITH WATER BECOME MILKY AND BLOCK YOUR VISION UP TO 92.5% SO YOU ARE FORCED TO STOP BESIDE THE ROAD AND BECOME A VICTIM OF ROBBERS. THIS IS A NEW TECHNIQUE USED BY ROBBERS. PLEASE INFORM YOUR FRIENDS AND RELATIVES."

Secondo Beingstuart.com si tratta della classica bufala, in quanto sono assenti luoghi o date che permettano di circostanziare gli eventi descritti, inoltre non vi sono evidenze che le tecniche di cui si è fatta menzione siano state mai effettivamente utilizzate per aggredire o derubare qualcuno. La prima parte dell'appello, quella che parla dei finti bambini esca, è alquanto inverosimile: come farebbe un automobilista, mentre passa, a notare un bambino coperto da un panno dentro un'auto ferma sul ciglio della strada?  Ed ancora, come fà notare Snopes.com, riguardo alla seconda parte dell'appello, le uova miste all'acqua non diventano affatto collose e vengono facilmente rimosse dai tergicristalli. Insomma, prima di diffondere qualsiasi appello via e-mail o sui social network, fate una semplice ricerca in Rete ed eviterete di essere "inconsapevoli complici" di qualche furbacchione.

Nessun commento:

Posta un commento