venerdì 12 agosto 2011

Cameron minaccia blocco dei social network, non tutti sono d'accordo


David Cameron, il primo ministro britannico, ha detto che le autorità dovrebbero prendere in considerazione il blocco all'accesso dei singoli per i social media che progettano atti violenti, sulla scia della settimana dei disordini e saccheggi. Siti internet e servizi che vanno da Twitter a Facebook e BlackBerry Messenger, una rete di chat privata su smartphone di RIM, sono stati provati di aver svolto un ruolo chiave nell'organizzare e dirigere i disordini per le strade di Londra, Birmingham, Manchester e di altre città inglesi. La Polizia in tutto il paese ha già fatto diversi arresti collegando le loro indagini con i social media utilizzati per incitare alla violenza. David Lammy, MP per il Tottenham, dove la violenza è iniziata Sabato sera, ha anche chiesto a BBM la sospensione per evitare che i saccheggiatori prevalentemente adolescenti potessero organizzarsi nelle notti successive. RIM ha detto che sta cooperando con le autorità. Il primo ministro ha detto una riunione di emergenza dei parlamentari alla Camera dei Comuni il Giovedi: "Tutti abbiamo visto queste azioni orribili come sono stati organizzati attraverso i social media che saranno bloccati. Il libero flusso di informazioni può essere usate per il bene. Ma può anche essere usato per il male. Quindi stiamo lavorando con la polizia, i servizi segreti e società a valutare se sarebbe giusto impedire alle persone di comunicare tramite questi siti web e servizi quando sappiamo che stanno tramando violenza, disordine e criminalità. Ho anche chiesto alla polizia se hanno bisogno di altri nuovi poteri nuovi". David Cameron ha aggiunto che le società di social networking devono "pensare al loro responsabilità e su come trattare "le immagini che potrebbero incitare a ulteriore violenza ulteriore. Egli ha anche lamentato le "bufale" e le voci fuorvianti riguardo i disordini che si sono diffusi attraverso i canali digitali in questi giorni.


Gli utenti dei siti di social networking sono rimasti increduli all'idea diffussasi su un presunto giro di vite on-line. Tom Watson, un deputato laburista e utente Twitter di vecchia data, ha detto che la mossa è "luddista". "La tecnologia è neutrale", ha detto. Paul Chambers, che è stato condannato per aver inviato un messaggio "minaccioso" su Twitter in un caso controverso su una battuta sulla minaccia di far esplodere un aeroporto, ha twittato : "Il Cameron non sa che BBM non sono i social media? Mi aspetto che ci sia una revisione del testo, le chiamate telefoniche, il sistema postale e anche dei piccioni viaggiatori". Alcuni utenti dei social network in discussione come la polizia e i servizi segreti avrebbero saputo in anticipo che i disordini fossero in programma. Altri hanno illustrato le analogie con i regimi autoritari del Medio Oriente dove sono stati bloccati servizi come Twitter e Facebook durante le proteste della primavera araba . Diversi utenti di Twitter hanno sottolineato che la rete era stata più efficace dell'organizzazione di interventi di disinquinamento e di sostegno ad-hoc per le persone colpite dai disordini di quanto non fosse stato per portare i saccheggiatori nelle strade. Jim Killock, direttore esecutivo della Open Rights Group, un attivista della libertà di Internet, ha dichiarato: "Come fanno le persone 'sapere' quando qualcuno ha in programma una rivolta? Chi emette questa sentenza? L'unica risposta realistica è il giudice che deve giudicare. Se le procedure giudiziarie non vengono utilizzate, allora vedremo rapidamente gli abusi da aziende private e della polizia. Aziende come RIM deve insistere sui processi di corte". Ha aggiunto: "I cittadini hanno anche il diritto di proteggere le comunicazioni. Affari, politica e libertà di parola si basa sulla sicurezza e privacy. David Cameron deve stare attento a non attaccare i bisogni fondamentali a causa delle preoccupazioni circa le azioni di una piccola minoranza".

Nessun commento:

Posta un commento