domenica 9 gennaio 2011

I miei migliori amici, falsa applicazione dilagante su Facebook


Facebook permette agli utenti di aggiungere al proprio profilo numerose e divertenti applicazioni, ma molte sono le applicazioni inutili che infestano il social network e che spesso attentano anche alla privacy dell'utente. Anche se quelle apparentemente innocue, potrebbero presentare problemi di privacy, noi ci soffermiamo ad analizzare quelle che promettono un certo risultato, ma in effetti il risultato fornito non è quello prospettato. Queste applicazioni noi li definiamo pertanto FALSE indipendentemente dalla ragione per la quale non funzionano (vedi scopri chi visita il tuo profilo, ecc.). E in queste ore si sta diffondendo a macchia d'olio, tra gli utenti di Facebook, una nuova applicazione che promette di stilare una presunta classifica dei migliori amici, in base alle azioni compiute da loro sulla nostra bacheca.


Stiamo parlando de "I miei migliori amici". Per poter avviare l'applicazione ci viene presentata la consueta pagina con la Richiesta di autorizzazione all'uso dei nostri dati. In particolare questa applicazione richiede la possibilità accedere alle vostre informazioni di base che includono nome, immagine del profilo, sesso, reti, ID utente, lista degli amici e qualsiasi altra informazione per la quale la privacy è impostata su "Tutti". Accedere alle vostre foto e ai vostri video (obbligatorio). Alle foto che caricate e alle foto e video in cui comparite (obbligatorio). Accedere alle informazioni dei vostri amici. Alle foto e foto e video con loro (obbligatorio). Pubblicare elementi sulla vostra bacheca, quali messaggi di stato, note, foto e video. Accedere ai post nella vostra sezione Notizie. Insomma ce n'è per tutti i gusti!


Dopo aver dato il consenso a tutte queste belle "cosette", ci viene presentata la pagina dell'applicazione vera e propria, dove si raccomanda per prima cosa di votare l'applicazione con 5 stelle (cioè il massimo) in maniera tale da conquistare maggior fiducia tra gli utenti di Facebook. Poi veniamo informati che questa applicazione potrà creare una lista dei vostri amici basandosi sui tag, post, ecc., in maniera semplice e divertente. Procediamo con l'avvio dell'applicazione e per non far distinzione scegliamo tra le tre possibili opzioni quella che analizza tutti i nostri amici. Partendo dal presupposto che abbiamo effettuato il test con un profilo che non ha mai interagito in alcun modo con uno degli amici, nè gli amici col profilo, ecco il primo risultato:


Se ripetiamo la prova, ecco il risultato che otteniamo:


Potremmo riprovare tante e tante volte, otterremmo sempre un risultato diverso dal precendente. Come è possibile capire, è  evidente che l'applicazione non analizza i dati forniti dall'interazione degli amici col nostro profilo (dunque tag, like o commenti in bacheca), ma agisce semplicemente in maniera del tutto casuale (random). Da ciò è chiaro un'applicazione promessa come funzionante, in realtà serve, ad aumentare il numero di iscritti in maniera virale e a pubblicizzare dei prodotti attraverso i banner che troviamo all'interno dell'applicazione stessa (per esempio siti d'incontri, software a pagamento, ecc.). Ci ritroveremo come conseguenza, una sfilza di notifiche relative al tag e agli eventuali commenti degli amici, i quali crederanno che la foto sia stata taggata da voi. Per chi volesse effettuare il blocco dell'applicazione, può agire cliccando su questo link.

Nessun commento:

Posta un commento