domenica 3 ottobre 2010

La top 10 dei malware in Italia secondo BitDefender


Il grafico trimestrale della distribuzione dei malware in Italia, annunciato da BitDefender, rivela che i punti deboli della sicurezza online per gli utenti risultano essere i dispositivi mobili e le piattaforme peer-to-peer. La maggiore minaccia online nel grafico trimestrale con il 12.19 % delle infezioni totali in Italia, è il Trojan.Wimad.Gen.1. Questa minaccia si trova su i siti web di Torrent, travestita da un episodio delle serie TV preferite dagli utenti o da un prossimo successo cinematografico. 

Questi file video contraffatti si collegano a una URL specifica e scaricano un malware che si spaccia per il codec appropriato o il player video necessario per far funzionare il file. Il Trojan.Wimad.Gen.1è più attivo immediatamente prima o subito dopo la prima di un film. La sua presenza nella classifica italiana è un chiaro segno dell’aumento della pirateria attraverso i siti di download peer-to-peer.


La famosa famiglia Autorun è rappresentata nella classifica trimestrale da due minacce online: Trojan.AutorunInf.Gen e Worm.Autorun.VHG, che si posizionano secondo e quarto con percentuali di 6.54 e 4,27, rispettivamente. Questa famiglia dannosa è costantemente tra le minacce più “popolari” ogni mese perché si diffonde facilmente attraverso i dispositivi mobili e le cartelle condivise di Windows®. La caratteristica Autorun è utilizzata spesso dagli autori di malware per forzare l’esecuzione di file pericolosi presenti su dispositivi USB infetti. 

La classifica trimestrale per l’Italia comprende anche un rappresentante della famiglia Exploit, cioè Exploit.PDF-JS.Gen con il 4.68%. Exploit.PDF-JS.Gen è una presenza costante nel grafico di distribuzione del malware. Questo malware si trova in file PDF malformati che sfruttano diverse vulnerabilità trovate nel motore Javascript di Adobe® PDF Reader® con lo scopo di eseguire altri codici dannosi sul computer degli utenti. Al quinto posto c’è il Win32.Worm.Downadup.Gen con una percentuale di 4,09% del totale delle infezioni in Italia. Questo worm usa la caratteristica autorun e perciò appare in genere nei grafici di distribuzione del malware vicino al Trojan.AutorunInf.Gen. Di seguito, la Top 10 delle minacce online di BitDefender da luglio a settembre 2010:
  1. Trojan.Wimad.Gen.1 12.19%
  2. Trojan.AutorunINF.Gen 6.54%
  3. Exploit.PDF-JS.Gen 4.68%
  4. Worm.Autorun.VHG 4.27%
  5. Win32.Worm.Downadup.Gen 4.09%
  6. Trojan.Generic.4170878 2.38%
  7. Exploit.PDF-Payload.Gen 2.28%
  8. Gen:Variant.Adware.1 1.92%
  9. Gen:Variant.Hotbar.1 1.67%
  10. Java.Trojan.Exploit.Bytverify.J 1.64%
Altro malware 58.33%

Gli utenti dovrebbero sempre eseguire una scansione dei dispositivi esterni, specialmento dopo averli inseriti in computer pubblici, come quelli disponibili in copisterie o biblioteche. Inoltre, gli utenti dovrebbero sapere che, siccome Microsoft ha riparato queste vulnerabilità in Windows Vista e Windows 7, per essere protetti dovranno solo aggiornare il proprio sistema operativo e soluzione antivirus. BitDefender è creatore di una delle linee di prodotti software per la sicurezza informatica tra le più veloci, efficaci e certificate internazionalmente. 

Sin dal 2001, BitDefender ha aumentato e stabilito nuovi standard nella protezione proattiva delle minacce. Ogni giorno, BitDefender protegge decine di milioni di utenti privati e aziende in tutto il mondo, assicurando loro un’esperienza digitale senza problemi. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito di Bitdefender. Inoltre, il sito di BitDefender www.malwarecity.com consente agli utenti, gratuitamente, di rimanere aggiornati e combattare le minacce quotidiane provenienti dal malware.

Nessun commento:

Posta un commento