domenica 10 ottobre 2010

Falso: [scioccante!]le foto di sarah scazzi al suo ritrovamento!!


La notizia del ritrovamento della povera salma di Sarah Scazzi, la ragazzina 15enne uccisa dallo zio Michele Misseri reo confesso, ha sconvolto tutta l'opinione pubblica, colpendo in profondità le famiglie dell'Italia intera. E l'imbecillità pubblicitaria ed il marketing selvaggio di basso livello non hanno limiti e confini. Ci siamo imbattuti in questi anni in tantissimi gruppi e pagine bufala, ma è la prima volta che una pagina falsa sfrutta una storia così attuale e particolarmente delicata. Stiamo parlando della pagina bufala ''[scioccante!]le foto di sarah scazzi al suo ritrovamento!!'', che promette a suo dire di mostrare le foto del ritrovamento di Sarah, il cui cadavere è stato recuperato a 42 giorni dalla scomparsa in un covo interrato pieno d'acqua nelle campagne vicino Avetrana (Taranto).



Sulla pagina, nell'aspetto simile al sito di Facebook, troviamo le solite istruzioni per autopromuoversi ed aumentare il numero di iscritti alla pagina stessa:

"Segui i semplici passi per vedere le foto!!
PASSO 1 Clicca sul pulsante Mi Piace qua sotto

PASSO 2 Clicca sul pulsante Condividi qua sotto e condividi per continuare"

Facciamo presente che coloro i quali hanno cliccato sul "Mi piace" non installano alcun tipo di malware sul proprio pc, ma hanno semplicemente contribuito ad aumentare il numero degli iscritti alla pagina (in questo caso viene sponsorizzato un sito internet). Infatti se cercherete la pagina nelle vostre preferenze, non troverete la pagina falsa bensì quella ufficiale del sito, che in questo modo cerca di incrementare gli iscritti alla pagina stessa. Se siede caduti nel meschino tranello, dopo esservi rimossi dall'iscrizione alla pagina, non dimenticate di rimuovere il post che avevate condiviso sulla vostra bacheca.


Naturalmente, dopo aver eseguito la procedura descritta non visualizzerete alcuna foto scioccante. Come in tutti questi ed in altri casi in giro su Facebook e per il web, la pagina sfrutta la curiosità morbosa della gente. E' storia recente la comparsa su Facebook di una una foto di una ragazzina bionda su un tavolo di obitorio, che presumibilmente ritraeva il cadavere di Sarah. La foto è stata pubblicata su un profilo pubblico visibile a tutti a nome di tale “Sarino Scazzi”. La foto è stata rimossa dal social network nel giro di un’ora grazie ai carabinieri che hanno ricevuto la segnalazione. La notizia è stata riportata dalla «Gazzetta del Mezzogiorno». La foto sembrava fosse stata scattata effettivamente all’obitorio dell’ospedale Santissima Annunziata dove Sarah Scazzi era stata trasportata per le indagini autoptiche. Gli inquirenti, con la collaborazione della polizia postale e i responsabili del social network, cercheranno di risalire a chi ha messo sul web, visibile a tutti, una foto che sembrava proprio quella del cadavere di Sarah.

Nessun commento:

Posta un commento