giovedì 9 settembre 2010

Rapporto Gfi Labs: trojan in aumento, causa minacce da download pericolosi


Le statistiche GFI VIPRE ThreatNet™ per il mese di agosto confermano il dilagare di minacce causate da download pericolosi. GFI Software rende noti i principali 10 malware che hanno imperversato nel corso del mese scorso. Il report, compilato tramite gli scan mensili effettuati dalla nota soluzione anti-malware di GFI, VIPRE Antivirus, e dallo strumento antispyware, CounterSpy®, è un servizio offerto da GFI Labs™

Le statistiche GFI VIPRE ThreatNet™ per il mese di agosto mostrano che i clienti GFI sono stati aggrediti principalmente dagli stessi programmi Trojan che hanno dilagato negli ultimi mesi. I Trojan individuati come Trojan.Win32.Generic!BT si sono confermati al primo posto, leggermente in calo rispetto al passato attestandosi al 25,11% del totale. Questo particolare Trojan è al top della classifica già da qualche tempo: in luglio deteneva il 29,08% e in giugno il 27,16% del totale. La minaccia numero 2, Trojan-Spy.Win32.Zbot.gen, è un Trojan che ruba le password ed esiste in molte versioni. Al terzo posto, Trojan.Win32.Generic.pak!cobra, individua svariati malware che possono infettare installazioni Windows a 32- e 64-bit.


Queste minacce vengono classificate da moderate a gravi in base a criteri stabiliti da GFI Labs, tra cui il metodo di installazione. La maggior parte di esse si propaga tramite installazioni invisibili o social engineering. A giudicare dai risultati dell’ultima Top 10 Malware di agosto, Gfi Software si è detta convinta di come gli operatori botnet “continuino a tentare di infettare le macchine per utilizzarle nelle loro reti spam”. A confermarlo sarebbe sia il proliferare di un elevato livello di traffico in prodotti di sicurezza inaffidabili definiti scareware, sia l’altrettanto nutrito numero di identificazioni nei downloader e installer associati a questo genere di prodotti.


Attenzione, quindi, ai cavalli di Troia in grado di sottrarre le password e ai malware che possono infettare installazioni Windows a 32 e 64 bit, rispettivamente posizionatesi al secondo e al terzo posto della classifica stilata. GFI Software fornisce software di sicurezza sia per il singolo che per le piccole e medie imprese. Con la premiata tecnologia, una strategia di prezzi competitivi, e una forte attenzione sui requisiti unici delle PMI, GFI soddisfa le esigenze delle organizzazioni IT su scala globale. La società ha uffici negli Stati Uniti, Regno Unito, Austria, Australia, Malta, Hong Kong e la Romania. GFI è anche un Microsoft Gold Certified Partner.

Fonti: Il Sole 24 Ore | Megamondo

Nessun commento:

Posta un commento