mercoledì 8 settembre 2010

Gruppo choc su Facebook: “Stupriamo i bambini”, identificato l'autore

Aveva formato un gruppo su Facebook incitando alla violenza sui bambini. Adesso il promotore di questa "community" è stato identificato: si tratta di un minorenne. La Procura della Repubblica di Bolzano ha infatti aperto un'indagine, risalendo così all'utenza telefonica utilizzata per la connessione Internet dal giovane che ha aperto il gruppo di discussione, poi chiuso.

Un gruppo su Facebook per incitare alla violenza sui bambini, denominato ”Stupriamo i bambini”, è stato scoperto il 18 agosto scorso dai carabinieri del Reparto operativo del Comando provinciale di Bolzano. A un paio d'ore dall'attivazione, il gruppo contava già 51 contatti da parte di vari utenti del social network, alcuni favorevoli all'iniziativa, altri critici. Dopo essersi messi in comunicazione con gli uffici della direzione di Facebook, siti a Palo Alto in California, i carabinieri bolzanini hanno ottenuto la chiusura del sito in brevissimo tempo, ma le indagini son proseguite.


Sull’episodio, infatti, è stata avviata un’indagine dalla procura della Repubblica di Bolzano che ha permesso di risalire all’utenza telefonica utilizzata per la connessione ad internet da chi ha aperto il gruppo di discussione. Nei giorni scorsi, carabinieri del reparto operativo di Bolzano e del Gruppo di Monreale, in provincia di Palermo, sulla base di un ordine del pm Axel Bisignano della procura altoatesina, hanno effettuato un perquisizione, identificando un minorenne come l’autore del gruppo e sequestrandogli il computer. Al momento non è noto il movente del giovane, ma altri accertamenti sono in corso sul materiale sequestrato.

Via: http://www.tgcom.mediaset.it/

Nessun commento:

Posta un commento