sabato 17 luglio 2010

Pedofilia, arrestato a Roma uno psicologo “collezionista di bambini”

La Polizia postale del Lazio, diretta da Andrea Rossi, ha arrestato due persone e ne ha denunciate altre otto al termine di una operazione contro la pedofilia on line coordinata dal pm Nicola Maiorano. Uno degli arrestati è uno psicologo di 33 anni, che esercita la professione da 7 anni e che si occupa di terapia familiare, avendo così modo di incontrare nel suo studio privato molti bambini. Le indagini sono partite dal Lussemburgo dove si trovavano le società che gestivano i due server da cui i dieci hanno scaricato i file pedopornografici.

Lo psicologo aveva trasformato la sua mansarda in centro nella tana di un “collezionista di bambini”: slip per piccoli ancora confezionati, calze per bimbe strappate nelle zone intime, giochi, pastelli e pennarelli, album fotografici riempiti con ritagli di giornali, migliaia di foto e video pedopornografici che ritraevano minori dai 3 ai 15 anni circa, oltre a riviste specialistiche sugli abusi sessuali. Tutto catalogato in maniera maniacale e conservato in file sul pc (suddivisi in base all'etá dei bambini) e in una grande libreria nel suo appartamento.

A tradire lo psicologo sono stati i suoi Internet Protocol. L’indagine è nata infatti dalla polizia postale del Lussemburgo che aveva individuato passaggio di materiale pedopornografico in due server, //olchan.org e 02ch.su, ora finalmente disattivati. La segnalazione ai colleghi italiani degli Ip individuati ha portato a rintracciare la rete romana. In una mansarda al centro di Roma poi la scoperta della tana dello psicologo «collezionista» di bambini, il luogo di un’ossessione che dura da molti anni vista l’ingente quantità di materiale che riempiva l’appartamento.

«Sto cercando di curarmi» avrebbe detto agli agenti che lo hanno arrestato. L'uomo non è sposato, non ha figli e vive nella mansarda da solo, mentre al piano inferiore abita la sua famiglia. Proseguono le indagini per accertare se lo psicologo abbia commesso abusi nei confronti dei suoi piccoli assistiti. A finire in manette anche un altro romano, un 40enne, trovato in possesso di migliaia di file pedopornografici. Denunciate anche altre otto persone, tra Roma e provincia, che detenevano materiale in minore quantità.

Fonte: http://alturl.com/igu5m
Tags: Pedofilia, Polizia PostaleArresti, Siti Web

Nessun commento:

Posta un commento