lunedì 29 marzo 2010

Altro passo in Facebook Site Governance: cambiano regole su privacy


Facebook Site Governance ha proposto agli utenti del social network, nuovi aggiornamenti sulla Privacy e Dichiarazione dei diritti e responsabilità. “Another Step in Open Site Governance”, è questo il titolo dell'ultima nota pubblicata dal Blog di Facebook e che annuncia una nuova revisione della Privacy Policy. Il problema è ancora una volta la privacy dell'utente ed anche la possibilità di condividere i dati utente automaticamente con determinati siti.

Facebook tiene traccia di alcune azioni che eseguite sul social network, ad esempio quando aggiungete connessioni (tra cui l'iscrizione ad un gruppo o l'aggiunta di un amico), la creazione di un album fotografico, l'invio di un regalo o di un poke a un altro utente, l'indicazione "mi piace" su un post, la partecipazione ad un evento o la connessione ad un'applicazione. Facebook in alcuni casi, quando ad esempio condividete un video, oltre a memorizzare l'effettivo contenuto che avete caricato, potrebbe registrare l'azione di condivisione. 

Facebook usa i "cookie" (piccole porzioni di dati che memorizza per un determinato periodo di tempo sul vostro computer, telefono o su altri dispositivi da voi usati) per rendere il social network più semplice da usare, migliorare il loro sistema pubblicitario e proteggere l'utente e Facebook stesso. Li usa, ad esempio, per memorizzare il vostro ID di accesso (ma non la vostra password), consentendovi di accedere più facilmente a Facebook ogni volta che tornate sul sito. 

Li usa anche per confermare che siete connessi a Facebook, per sapere quando interagite con le applicazioni e i siti Web della Piattaforma Facebook, con i loro widget e i pulsanti Condividi, nonché con le loro pubblicità. Potete rimuovere o bloccare i cookie usando le impostazioni del vostro browser, ma, in alcuni casi, questa azione potrebbe compromettere il corretto utilizzo di Facebook.

Facebook non detenie la proprietà né è responsabile del funzionamento delle applicazioni che usate mediante la Piattaforma Facebook (come i giochi e i servizi). Quando vi connettete ad un'applicazione o un sito Web della Piattaforma, Facebook riceve delle informazioni, comprese quelle relative alle azioni da voi eseguite. In alcuni casi, al fine di personalizzare il processo di connessione, potrebbe ricevere un numero limitato di informazioni anche prima che voi vi connettiate all'applicazione o al sito Web. 

Potrebbe raccogliere informazioni su di voi da altri utenti di Facebook, ad esempio quando un amico vi tagga in una foto, un video o un luogo, fornisce dettagli sulla vostra amicizia o indica di avere una relazione con voi. Anche dopo che avrete rimosso le informazioni dal vostro profilo o eliminato il vostro account, è possibile che delle copie di tali informazioni continuino ad essere visibili altrove, qualora siano state condivise con altri o distribuite in rispetto delle vostre impostazioni sulla privacy oppure copiate o memorizzate da altri utenti.

Non è possibile rimuovere alcuni tipi di comunicazioni che inviate ad altri utenti, ad esempio i messaggi. Facebook è un social network e come tale fa leva sulla condivisione dati e informazioni degli utenti, per avere un tornaconto pubblicitario. Il problema di fondo è fino a che livello Facebook entrerà nei dati utente, consegnandoli ai siti che ne faranno richiesta. Di seguito il testo incriminato delle regole sulla privacy, cioè la modalità tramite cui Facebook entrerà nei vostri dati personali consegnandoli a determinati siti, sebbene non abbiate mai concesso espressamente tale consenso a Facebook:

"Pre-Approved Third-Party Websites and Applications. In order to provide you with useful social experiences off of Facebook, we occasionally need to provide General Information about you to pre-approved third party websites and applications that use Platform at the time you visit them (if you are still logged in to Facebook)."

Il problema del nuovo cambio privacy è la possibilità concessa da Facebook a determinati Partner di introdursi all’interno del vostro profilo assai più dettagliatamente di quanto accadeva prima, non appena vi collegherete al loro sito web. I servizi di Web Analytics, che tracciano la navigazione di un utente su quel determinato sito web sono servizi essenziali, ma questa volta si sta andando oltre, ad un livello superiore. Se avete domande o dubbi sulla politica della privacy di Facebook, potete contattare il loro team privacy attraverso questa pagina di aiuto. Via: Facebook Policy | Downloadblog

Nessun commento:

Posta un commento